Psicoterapia di Coppia

Spesso si approda ad una terapia di coppia per il ripetersi di: litigi, tradimenti, vissuti di insoddisfazioni, problemi sessuali, senso di solitudine, sensazione di non sentirsi capiti, riconosciuti, a volte neppure visti; tutto ciò, di solito, rappresenta la conseguenza di una crisi pre – esistente.
Queste crisi possono essere legate ai compiti evolutivi con cui la coppia, inevitabilmente, si trova a confrontarsi nel corso del tempo e, non sempre, i partner riescono, da soli, ad affrontarle efficacemente (ricerca di autonomia rispetto alle famiglie d’origine, nascita di un figlio, perdita di lavoro da parte di uno dei partner, senso di insoddisfazione, a cui può dar voce anche uno solo dei membri della coppia ecc.).
Eventi specifici possono anche portare in superficie problematiche che era state “sepolte” e mai affrontate dalla coppia.

Non di rado si evidenzia, infatti, il timore a rivolgersi ad un professionista e vi è la tendenza a cercare di risolvere autonomamente le problematiche oppure a rimandare, “lasciando che il tempo risolva le cose”.

Le ricerche dimostrano che le difficoltà che si incontrano nel rapporto di coppia non si risolvono da sole, ma è necessario intervenire attivamente per raggiungere un legittimo livello di benessere, per l’individuo e per la coppia.

I partner spesso si mostrano sfiduciati: “le abbiamo già provate tutte”, “ormai non c’è niente da fare”; questi pensieri possono essere legati all’ambivalenza che spesso si prova verso la possibilità di un cambiamento, che richiede la necessità di implicarsi in prima persona in un percorso di crescita, anche attraverso il riconoscimento del proprio contributo alla problematica che si osserva nella coppia.

Il contesto terapeutico offre uno spazio protetto, in cui è possibile osservare e riconoscere, senza giudizi, i propri comportamenti automatici, appresi nelle precedenti esperienze relazionali, che vengono attualizzati nella relazione di coppia.

Osserviamo frequentemente i partner utilizzare un linguaggio che viene vissuto dall’altro come accusatorio e giudicante e le critiche non vengono recepite come rivolte al comportamento ma come attacco alla persona.

La figura di un professionista formato è fondamentale per stimolare nei partner una comunicazione più efficace e scoraggiare l’acquisizione di una posizione ostile al cambiamento e di espressione, spesso passivo – aggressiva, del proprio malessere.

Per far sì che il rapporto di coppia funzioni è importante che i partner siano predisposti ad accettare ed affrontare negoziazioni quotidiane con sé stessi e con l’altro. Spesso la negoziazione è difficile perché si ha la sensazione di non sentirsi compresi o incoraggiati nelle proprie inclinazioni all’interno della coppia; questo impedisce ai partner di confrontarsi con un obiettivo fondamentale: il bisogno di realizzazione di sé stessi e di promuovere la realizzazione dell’altro congiuntamente al benessere della coppia.

L’intervento di un professionista agevola la comprensione empatica dell’altro e il riconoscimento reciproco della propria esperienza soggettiva; il riconoscimento reciproco aiuta i partner a sentirsi al sicuro dentro la relazione e a rivolgersi verso una piena realizzazione di sé.